Informazioni

Il Museo Alberione che abbiamo oggi si riduce a delle vetrine dove sono raccolti oggetti, testimonianze, scritti e strumenti usati e appartenuti a Don Alberione, nonché le sue stanze rimaste così come erano quando il nostro Fondatore ci ha lasciati.

L’intento e il progetto è quello di trasformare quello che oggi si può solo vedere in modo statico in testimonianze vive, multimediali e interattive creando un percorso comunicativo del pensiero, delle opere, della spiritualità di Alberione e, magari, se le risorse ce lo permetteranno, realizzare una visita guidata da mettere a disposizione di tutti nel sito della Famiglia Paolina.

Per questo incoraggiamo quanti vogliono partecipare alla costruzione di questo nuovo Museo di Alberione con donazioni, offerte, suggerimenti o, anche, inviandoci del materiale di Don Alberione, lettere, documenti, oggetti o su Don Alberione, materiale che può essere di interesse per lo stesso museo.

Vi ringraziamo per quello che ognuno di voi potrà fare e vi chiediamo anche di diffondere questa iniziativa nei vostri luoghi di lavoro, nelle parrocchie, nelle associazioni … così da creare una grande catena di interesse e di sostegno.

Il Signore benedica e ricompensi tutti per il contributo che verrà offerto.

 

Don Vito Fracchiolla
Vicario generale SSP


ITAESPENGFRAPOR 

 

     

 


Agenda Paolina

04 Giugno 2020

Feria (verde)
2Tm 2,8-15; Sal 24; Mc 12,28-34

04 Giugno 2020

* Nessun evento particolare.

04 Giugno 2020

SSP: D. Tomás Clímaco (1997) • FSP: Sr. Immacolata Arioni (1969) - Sr. M. Rosa Cappelletti (2000) • SJBP: Sr. Luisa Simion (2013) • ISF: Michela Cabiddu (1976) - Gabriella Bruno (2011).

Pensieri del Fondatore

<b>2020-01-04</b><p />Maria e Giuseppe sono gli adoratori modelli, i pi perfetti. La grotta fu allora il santuario pi santo: accoglieva Ges, Giuseppe e Maria. Ges nella greppia ricevette le adorazioni pi perfette che in qualsiasi tabernacolo. Gli atti di amore e di ringraziamento, le lodi e le suppliche di Maria e di Giuseppe furono le primizie... (<i>Brevi meditazioni</i>, p. 288).
04 Giugno 2020

Los estudios, incluso los elementales, costaron notables sacrificios. Se desconocían las vacaciones veraniegas y el descanso invernal. Aun en el período posterior –de los once a los veintitrés años– el recreo consistía, casi siempre, en cambiar de ocupación (AD, 125).

04 Giugno 2020

Studies cost him considerable sacrifice, even in primary schools. Summer vacations and winter rest were things unknown. Even later on (from age 11 to 23), recreation consisted mostly in changing jobs (AD, 125).