Fondata da don Giacomo Alberione nel 1917 l'Associazione dei Cooperatori Paolini si estende a raggio mondiale.

Chi siamo?

Siamo laici impegnati, uomini e donne, giovani e adulti, che credono nel valore e nell’ideale del carisma paolino e, rimanendo nel proprio stato, sono uniti in spirito e in opere a tutta la Famiglia Paolina. I Cooperatori non sono i destinatari delle opere paoline ma i continuatori, ossia - come diceva e voleva don Alberione - la "Cooperatori per il Vangelo", coloro cioè che allargano, diffondono e propongono nei più svariati settori e ambienti i molteplici apostolati della Famiglia Paolina.

Che cosa facciamo?

Siamo chiamati a "vivere" l’apostolato paolino in tutte le sue espressioni: catechesi, redazione, diffusione della stampa, inserimento attivo nelle emittenti radiofoniche e televisive; a costituire biblioteche parrocchiali e scolastiche; a organizzare centri di diffusione per la stampa e per gli audiovisivi; a promuovere giornate del Vangelo e della Bibbia. Collaboriamo nei centri diocesani delle comunicazioni sociali e viviamo la comunione con la Famiglia Paolina anche con la preghiera e le opere e l'offerta.

Perché lo facciamo?

Perché crediamo che il "carisma paolino" è straordinariamente attuale e urgente e costituisce una forte "sfida" al mondo d’oggi.

Agenda Paolina

28 Gennaio 2020

Memoria di S. Tommaso d’Aquino, sacerdote e dottore della Chiesa (bianco)
2Sam 6,12-15.17-19; Sal 23; Mc 3,31-35

28 Gennaio 2020

* PD: 1955 arrivo in Cile.

28 Gennaio 2020

PD: Sr. M. Bertilla Franchetti (1987) • SJBP: Sr. M. Clara Capelletti (1973) - Sr. Maria Cucchi (2001) • IGS: D. Gaetano Tedeschi (1985) • IMSA: Fernanda M. Da Costa (1973) • ISF: Luis Spalla (2005).

Pensieri del Fondatore

<b>2020-01-28</b><p />Cercare prima il regno di Dio significa avere in capo a tutti e sopra tutti i nostri desideri questo: il Paradiso. Esso il sommo bene. Sulla terra vi sono tante specie di beni, ma nessuna sorta di beni terreni veramente da desiderarsi, bens solo da usarsi... Se volete essere ricchi cercate le vere ricchezze (<i>I Novissimi...</i>, 172).
28 Gennaio 2020

Buscar ante todo el reino de Dios significa tener fijo en la cabeza en todos y sobre todos nuestros deseos el paraíso, que es el sumo bien. En la tierra hay muchas clases de bienes, pero ningún género de bienes terrenos ha de desearse verdaderamente, sino solo usarse... Si queréis ser ricos, buscad las verdaderas riquezas (Los Novísimos..., 172).

28 Gennaio 2020

To seek the kingdom of God first means to have this: Paradise at the head of all and above all our desires. It is the supreme good. On earth, there are many kinds of good, but not any kind of earthly good is really to be desired, but only to be used... If you want to be rich seek true riches (I Novissimi..., 172).