Alberione - Centenary of Foundation of the Pauline Family

www.alberione.org
www.100anni.alberione.org - Mercoledì 16 Aprile 2014 : Home Adorazione eucaristica Sussidi: Proposta per vivere il 4 aprile 2012

Sussidi: Proposta per vivere il 4 aprile 2012

E-mail Stampa PDF

Anniversario della nascita del Beato Giacomo Alberione
Mercoledì Santo: Celebrazione dei Vespri del giorno

Introduzione (vedi testo oltre): O Dio, vieni a salvarmi…..
Inno (pag 366 della LO vol II)
Salmi
Lettura breve (del giorno)
Omelia (vedi spunti oltre)
Responsorio
Antifona e Cantico di Maria
Intercessioni
Padre nostro
Orazione

Un segno di condivisione nella comunione fraterna e in vista di vivere il Giovedì Santo memoria del dono dell’Eucaristia e del Sacerdozio alla Chiesa (ordinato e dei fedeli).

Colui che presiede, aiutato da altri confratelli o consorelle consegna a ciascuno dei presenti un pezzo di pane

Il pane era stato posto dall’inizio sulla mensa insieme al Libro dei Vangeli


Appunti:
Per l’introduzione:

Siamo riuniti nel ricordo del nascita del Beato nostro Fondatore, Giacomo Alberione, avvenuta il 4 aprile del 1884 e del suo Battesimo, avvenuto il giorno dopo, sabato delle Palme.

Un profeta è tale fin dal grembo di sua madre ed è un dono di Dio fatto alla Chiesa, alla terra, a noi.

In questa settimana, Grande e Santa, egli ci si fa compagno nel vivere il Mistero dell’obbedienza di Gesù nella Cena, nella Passione, Morte e Resurrezione:

Nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi
In cielo, in terra e sottoterra,
perché Gesù si è fatto obbediente
fino alla morte, alla morte di croce:
per questo Gesù Cristo è il Signore
a gloria di Dio Padre.

Così ha avuto inizio l’Eucaristia di questo mercoledì Santo, nella celebrazione del mistero del tradimento del Signore durante la Cena e del Servo sofferente che ci è stato descritto dal Terzo Canto del Servo del Signore.

La Liturgia di questo Vespro dilata la nostra contemplazione e ci prepara a vivere il Giovedì Santo e il Comandamento della carità


Per l’Omelia
(dopo la lettura breve del giorno: Ef 4,32-5,2)

Le Lettura ascoltata ci propone l’esortazione dell’Apostolo ad essere benevoli e misericordiosi, perdonandoci reciprocamente come Dio ci ha perdonato nel suo Figlio. Fatevi dunque imitatori di Dio! È il sommo dell’amore che svela nella Croce il Volto vero di Dio.

Il brano ci permette un richiamo sia all’Ufficio delle Letture di questo giorno in particolare al testo di S. Agostino, sia ai testi del Lezionario della Messa.

Tutto è coerente nella Liturgia oggi, attorno al tema dell’amore fraterno.

In realtà non possiamo fare Pasqua senza che questo regni tra noi.

E’ questo aspetto uno dei nodi della vita religiosa oggi: bisogna rinnovarsi nella Comunione fraterna, ne va dell’esistenza e dell’efficacia della Vita Religiosa e della missione.

Proprio per manifestare questa volontà di impegno nel gareggiare nell’amore e nello stimarci a vicenda, nella volontà di donare la vita al Padre e ai fratelli cui la pasqua e sempre la liturgia ci impegna, che al termine di questa preghiera liturgica, condivideremo un pane che spezzeremo tra noi…. Il gesto non richiede tante spiegazioni tanto è eloquente in questo contesto di vigilia del Giovedì Santo.

Nelle fatiche dell’evangelizzazione, come Gesù, come i Santi, anche noi intendiamo divenire pane buono per tutti. L’Eucaristia e la Preghiera delle Ore è per noi uno stile di vita, sempre. Il Beato Alberione, quella sera del 26 novembre 1971, quando moriva, non aveva più nulla che egli non avesse donato; era tutto dato, come Gesù, nell’amore.

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 16 Marzo 2012 16:50 )  
Mercoledì 16 Aprile 2014 Home Adorazione eucaristica Sussidi: Proposta per vivere il 4 aprile 2012